Pubblicazioni

globalità dei linguaggi

RI-USCIRE

S. Guerra Lisi (Ed. Borla) 1991

Questo libro propone una filosofia delle “risorse umane” implicita in proposte metodologiche a struttura aperta, da trasformare in un ascolto costante dei bisogni e delle proposte psico-corporee anche di soggetti gravemente handicappati. Partendo da presupposti culturali interdisciplinari: antropologici, psicologici ed espressivo-comunicativi che rielaborano le sue esperienze di studio e sperimentazione in campo educativo e riabilitativo, dimostra la possibilità di lettura dell’Uomo anche in casi di totale crisi comunicativa. Il punto di partenza è il corpo ed il suo movimento, dai “moti dell’animo” alla psicomotricità, che avvicinano nel contenitore ideale rassicurante della “Pallestra”, il bambino di asilo nido all’adulto in regressione, stimolando efficacemente in entrambi l’accomodamento, la strutturazione continua di Sé nello spazio e nel tempo. La sinestesia, così sottilmente presente nella associazione tra forme, colori, suoni, azioni, propria del “metodo della globalità dei linguaggi” è qui usata per ristabilire l’adesione e il dialogo con la realtà di chi sembra esserne fuori ed è la condizione stessa, dell’universalità dell’arte e “dell’arte del vivere” dell’Uomo nonostante tutto. STEFANIA GUERRA LISI, già docente di Disegno e Storia dell’Arte, è ideatrice del “Metodo della Globalità dei Linguaggi” applicato in campo terapeutico-riabilitativo anche con handicappati psicofisici gravi e in campo pedagogico per l’integrazione degli stessi. Svolge corsi di formazione per il M.P.I., di psicomotricità per la S.F.E.S., dell’Università La Sapienza di Roma ed altre Università e presso la Pro Civitate Christiana di Assisi, con la docenza nel Corso di Musicoterapia.



Acquista questa pubblicazione su:

         


Torna a Pubblicazioni

Video dal Channel Ufficiale YouTube