Pubblicazioni

globalità dei linguaggi

COME NON SPEZZARE IL FILO

S. Guerra Lisi (Ed. Borla) 1990

“Questo libro è l’indicazione continua di come si possa vivere, nella ricerca quotidiana, l’impegno di accettazione del deficit e di riduzione degli handicap. Non dico accettazione come una gioia o un atto di volontà semplice. Al contrario: può essere la fatica di tutta una vita, e anche di più vite, di più individui. Ma è la fatica nella giusta direzione. Come è nella giusta direzione la ricerca, anch’essa faticosa, di riduzione dell’handicap. Due caratteristiche sono, a mio avviso, davvero notevoli e importanti in questo libro, che è nato nell’esperienza. La prima riguarda la dimensione estetica; e la seconda l’integrazione attiva delle azioni comunicative…La strada che questo libro indica – richiamando gli altri straordinari libri di Stefania Guerra Lisi – è nel senso dell’integrazione di atti comunicativi non verbali con linguaggio verbale. I due elementi non sono nello stesso individuo, ed è quindi necessario che vi sia un’integrazione dinamica fra diversi individui. In ciò sta anche la qualità professionale e la bravura degli operatori pedagogici che hanno vissuto l’esperienza… L’esperienza da cui il libro nasce è quella di due centri per aduli handicappati gravi. Due piccoli centri, aperti tutti i giorni, in cui le persone handicappate e gli operatori passano la giornata… Questo libro ci fa capire che la realizzazione dell’integrazione non dipende unicamente dalle possibilità di un soggetto di partecipare pienamente alla vita sociale di una comunità; ma anche dal progetto che è capace di integrarne le “tracce”, di dare un senso più ampio e appunto integrato alla sua presenza. E’ un punto delicato perché il termine integrazione rischia di essere banalizzato. Ma il libro lo riscatta e permette di scoprirne una nuova e più ampia e ricca proposta”. (ANDREA CANEVARO)



Acquista questa pubblicazione su:

         


Torna a Pubblicazioni

Video dal Channel Ufficiale YouTube